Home » Great Wall Motors chiuderà i suoi uffici europei: dazi o calo della domanda?
Ora 03

Great Wall Motors chiuderà i suoi uffici europei: dazi o calo della domanda?

A causa del calo della domanda e della minaccia dei dazi, Great Wall Motors gestirà le operazioni europee direttamente dalla Cina

La strategia di Great Wall Motors per l’Europa continua a cambiare. L’ultima novità è poco piacevole per i lavoratori, visto che il gigante cinese ha annunciato ad Automotive News Europe la chiusura di tutti i suoi uffici europei licenziando 100 lavoratori, sembrerebbe per il calo del mercato dei veicoli elettrici in Europa.

Great Wall continuerà comunque a vendere auto nei paesi europei in cui è presente, tra cui Italia, Regno Unito, Germania e Svezia, ma tutte le operazioni saranno gestite dalla Cina. Secondo un portavoce dell’azienda, è una “modifica organizzativa” dovuta alle “difficili condizioni del mercato“, la seconda dopo che inizialmente erano previsti due marchi, poi accorpati in GWM.

Tra concorrenza e dazi

Non è solo una questione di calo della domanda. Certamente Great Wall fatica a gestire la concorrenza nel mercato, e in particolare gli sconti aggressivi di molti concorrenti, su tutti Tesla. Tuttavia, non è mancata la frecciatina a Bruxelles, perché la “minaccia molto concreta di dazi punitivi” sulle auto importate dalla Cina sembrerebbe aver creato una “grande incertezza” in un’azienda con un ampio portafoglio di veicoli elettrici.

Wey 03 plug-in hybrid blue
Image: Wey

Queste novità, insomma, hanno portato alla chiusura degli uffici, ma accelerato la volontà di creare fabbriche in Europa. Tra i paesi possibili, la Germania, l’Ungheria o la Repubblica Ceca. Inoltre, per far fronte ai dazi, Great Wall potrebbe importare ufficialmente anche le auto a combustione.

Ad ogni modo, per ora il colosso continuerà a importare i suoi veicoli. Oltre alla WEY 03 e alla Ora 03, che abbiamo visto in Svezia, in Cina ha appena lanciato la Ora 07, che sarà introdotta anche in Germania, Svezia, Regno Unito, Irlanda, paesi baltici e Bulgaria. Ancora non è chiaro quando e se i veicoli Ora debutteranno anche in Italia, dove invece è già presente il SUV ibrido WEY 03.

Fonte: Automotive News Europe

Robin Grant

Robin Grant aka Roberto Mazza è un blogger con la passione della scrittura. La sua carriera ha inizio come recensore automobilistico, dove ha affinato la sua capacità di analizzare veicoli in modo approfondito e appassionato. La sua straordinaria passione per i paesi nordici lo ha spinto a creare il sito www.noglen.eu, dove condivide la storia e la cultura affascinanti di queste regioni.