Home » NIO sta pianificando lo spin-off della divisione batterie
nio battery swapping

NIO sta pianificando lo spin-off della divisione batterie

NIO sta preparando lo spin-off della divisione batterie, piani di riduzione del personale e il rinvio degli investimenti a lungo termine.

NIO ha recentemente annunciato l”intenzione di separare la divisione di produzione di batterie, con l’obiettivo di incrementare l’efficienza e la profittabilità. L’unità, ancora in fase di sviluppo, guidata da esperti ingegneri provenienti da nomi prestigiosi come Apple e Panasonic, prevede di attirare investitori esterni dopo la scissione, attesa entro la fine dell’anno.

Come riportato da Reuters, William Li, CEO e fondatore di NIO, ha comunicato che la società continuerà a dedicarsi alla ricerca e allo sviluppo di batterie, optando però per l’esternalizzazione della produzione. Attualmente, le batterie di NIO provengono esclusivamente da CATL e CALB Group.

NIO ha venduto 126.067 veicoli nei primi 10 mesi dell’anno, posizionandosi al nono posto nel mercato cinese di EV e ibridi plug-in. Nonostante ciò, ha subito una perdita di 4,56 miliardi di yuan (quasi 640 milioni di euro) nel terzo trimestre, evidenziando un incremento delle perdite rispetto all’anno precedente, in un contesto di forte concorrenza sui prezzi nel settore EV.

NIO aveva inizialmente seguito un approccio simile a Tesla, sviluppando alcune batterie internamente e affidandosi a fornitori esterni per la produzione. Gli ingegneri chiave dell’unità batterie si uniranno alla nuova società, mentre altri dipendenti verranno riassegnati in diversi settori di NIO.

NIO ha anche annunciato piani di riduzione del personale e il rinvio degli investimenti a lungo termine, strategie che potrebbero portare a un risparmio di 2 miliardi di yuan entro il 2024. Ha inoltre stabilito collaborazioni con Geely e Changan Automobile per lo sviluppo congiunto di veicoli elettrici con scambio batterie e la costruzione di stazioni di scambio per abbattere i costi. NIO sta inoltre rafforzando la sua presenza internazionale, con progetti di espansione della rete di concessionari in Europa.

Fonte: Comunicato Stampa