Home » La Lotus Emeya debutta ufficialmente in Cina
Lotus Emeya

La Lotus Emeya debutta ufficialmente in Cina

Lotus Emeya inizia le sue vendite in Cina, dove viene prodotta, con potenza massima di 917 CV e autonomia fino a 650 km

Presentata in autunno, la Cina è il primo paese dove Lotus Emeya, che in Cina è prodotta, inizia le sue vendite. Nella Repubblica Popolare viene venduta con il nome di Fanhua, ovvero “Fiore prosperoso”.

Al pari del SUV Eletre, questa berlina arriva a una potenza massima di 675 kW o 917 CV e un’autonomia di 650 km, superiore a quella del SUV grazie alla linea più filante e al peso ridotto. In Cina parte da 668.000 yuan, circa 90.000 €. Sono prezzi in linea con quelli che ci aspettiamo in Europa, dove arriverà nella seconda metà dell’anno.

Ricordiamo che Lotus dal 2020 è proprietà di Geely, che ha lasciato la produzione dei veicoli endotermici in Inghilterra spostando quella delle elettriche a Wuhan, in Cina. Considerando che la Emira è l’ultima Lotus endotermica, tutte le vetture del marchio saranno prodotte in Cina.

Design moderno, come tutte le Lotus

La Lotus Emeya si presenta come una grande berlina sportiva lunga 5,1 metri dal design accattivante. Il frontale vanta luci diurne a doppia linea e una linea del cofano inclinata. I fari sono posizionati nel paraurti anteriore, mentre la berlina dispone di una linea di cintura bassa, immancabili maniglie delle porte a scomparsa e un profilo del tetto elegante.

Image: Lotus Cars

Oltre all’aspetto esteriore, la Emeya offre soluzioni aerodinamiche interessanti. Dispone di un’entrata d’aria attiva nella parte anteriore, spoiler anteriori e posteriori attivi, e un diffusore posteriore. Lo spoiler anteriore attivo si attiva automaticamente a velocità superiori a 110 km/h, generando una forza di 76 kg verso il basso. Lo spoiler posteriore della Lotus Emeya si attiva a velocità superiori a 90 km/h e fornisce fino a 215 kg di forza verso il basso.

Leggi anche:  L'auto di Xiaomi in produzione: avviata la fase di test

All’interno, la Lotus Emeya riprende in tutto la Eletre. Presenta uno schermo centrale di grandi dimensioni da 15,1 pollici e un volante a quattro razze con fondo piatto. Dietro il volante, si notano levette del cambio e un cruscotto estremamente sottile con un diametro di 12,6 mm. Anche il passeggero anteriore della Lotus Emeya è dotato di un display LCD da 12,6 pollici.

Image: Lotus Cars

I sedili della Lotus Emeya sono rivestiti in pelle Nappa e Alcantara, mentre la berlina è dotata di un ampio tetto panoramico. Di serie, la Emeya dispone di 15 altoparlanti di KEF, mentre le versioni più avanzate offrono un sistema audio con 23 altoparlanti del famoso produttore britannico.

Potente e sicura

La Lotus Emeya è equipaggiata con 34 sensori di assistenza alla guida, tra cui 4 LiDAR e 2 radar millimetrici 4D. Questi sensori supportano la guida intelligente in autostrada e il parcheggio automatico.

Image: Lotus Cars

Dal punto di vista della propulsione, la Lotus Emeya offre due opzioni. Emeya ed Emeya S hanno potenza di 450 kW o 603 CV da due motori elettrici con autonomia massima di 650 km. Emeya R+ ha invece tre motori elettrici, con potenza di 917 CV e autonomia di 520 km. In questo caso, scatta da 0 a 100 in 2,7 secondi e raggiunge una velocità massima di 256 km/h, superiore a quella della Porsche Taycan Turbo S.

La Emeya R+ è dotata anche di un cambio automatico a 2 velocità e di caratteristiche come la sospensione pneumatica, lo sterzo alle ruote posteriori e, su richiesta, pinze dei freni anteriori a 10 pistoncini.

Robin Grant

Robin Grant aka Roberto Mazza è un blogger con la passione della scrittura. La sua carriera ha inizio come recensore automobilistico, dove ha affinato la sua capacità di analizzare veicoli in modo approfondito e appassionato. La sua straordinaria passione per i paesi nordici lo ha spinto a creare il sito www.noglen.eu, dove condivide la storia e la cultura affascinanti di queste regioni.