Home » Mona è il nome del nuovo marchio di Xpeng che si “ispira” a Polestar
Mona F59

Mona è il nome del nuovo marchio di Xpeng che si “ispira” a Polestar

Mona F59 è il primo modello del nuovo marchio di Xpeng, dal nome simpatico per molti italiani e con un design piuttosto familiare.

Mona è il nuovo marchio di Xpeng che sarà lanciato a giugno. Alcuni italiani sorrideranno per la scelta del nome, che è in realtà l’acronimo di Made of New AI. Eredita da Xpeng quindi l’inclinazione alla tecnologia avanzata, ma per un pubblico più ampio vista la fascia di prezzo più bassa, tra 100.000 e i 150.000 yuan, ovvero tra i 10.000 e i 20.000 €.

Oltre al nome, il primo modello del marchio, la Mona F59, catturato dalle prime foto spia notano una forte somiglianza con le ultime Polestar, specie la 3 e la 4, per quanto riguarda i fari.

Mona ha avuto inizio quando Xpeng ha siglato un accordo di cooperazione strategica con Didi nell’agosto dello scorso anno. Xpeng ha acquisito asset e ricerca e sviluppo dal progetto veicoli elettrici intelligenti di Didi, Da Vinci. La collaborazione copre la ricerca e lo sviluppo, il design e l’ingegneria per nuovi veicoli elettrici intelligenti. Non sappiamo se Xpeng intenda portare Mona e i suoi veicoli in Europa.

Il design della Mona F59

Contrariamente a quanto accade di solito, il primo modello di Mona non sarà un SUV ma una berlina. Dalle foto spia si nota la provenienza Xpeng, anche se non è certo che si basi sulla stessa piattaforma della berlina P7. Più evidente è il design dei fari, che richiama fortemente il “Martello di Thor digitale” delle ultime Polestar, in particolare la 3 e la 4, somiglianze ancora più evidenti se andiamo a vedere i rendering ufficiali. Lo stesso design dei fari ritorna anche al posteriore.

Mona F59
Image: Baidu

Di lato, ci sono le tipiche maniglie nascoste delle portiere, telecamera a 360 gradi e sensori NFC sui montanti centrali, che indicano l’apertura delle portiere tramite card e/o smartphone. 

Leggi anche:  Aiways U6, suv coupé elettrico giovanile in Italia a 49.900 €
Mona F59
Image: Baidu

Dentro, vediamo un volante a doppia razza dietro cui c’è un piccolo display LCF, mentre al centro un display touch più grande che potrebbe essere intorno ai 15 pollici, e che include il controllo di tutto, dai multimedia agli ADAS. Ci sono poi  portabicchieri doppi e vani portaoggetti nascosti. I sedili posteriori offrono ampio spazio, ed è disponibile un display per l’intrattenimento ad alta definizione opzionale.

Motore e autonomia

Si prevede che la nuova auto presenti un sistema a trazione posteriore con motore elettrico singolo abbinato a un pacco batterie al fosfato di litio, fornendo circa 550 km di autonomia.

Mona F59
Image: Baidu

Come dichiarato al Salone di Pechino dal presidente di Xpeng, He Xiaopeng, con Mona il costruttore cinese parte di Volkswagen ha intenzione di superare le vendite della Xiaomi SU7.

Robin Grant

Robin Grant aka Roberto Mazza è un blogger con la passione della scrittura. La sua carriera ha inizio come recensore automobilistico, dove ha affinato la sua capacità di analizzare veicoli in modo approfondito e appassionato. La sua straordinaria passione per i paesi nordici lo ha spinto a creare il sito www.noglen.eu, dove condivide la storia e la cultura affascinanti di queste regioni.