Home » Chery prepara l’arrivo di Omoda 5 in Italia: ecco com’è.
Chery Omoda 5

Chery prepara l’arrivo di Omoda 5 in Italia: ecco com’è.

Come avevamo anticipato nei mesi scorsi, Omoda 5 arriverà in Italia a breve, sulla spinta di Chery che vuole fare del nostro Paese la testa di ponte in Europa. Questa volta niente paesi nordici o Germania, i cinesi hanno scelto l’Italia per iniziare l’espansione nel nuovo continente, forse per i rapporti che ha instaurato con DR.

Due sono i marchi con cui Chery intende operare nel continente: Omoda, orientato a un target più giovane e dinamico, e Jaecoo che aspira a collocarsi in una fascia medio-alta, avvicinandosi al segmento lusso.

Chery Omoda 5
Image: Omoda Chery

Il progetto prevede una penetrazione in 30 nazioni europee attraverso la creazione di nove filiali. L’Italia, che avrà sede a Milano, e la Spagna saranno le prime ad ospitare queste strutture. Per quanto riguarda il mercato italiano, il piano prevede l’apertura iniziale di 14 concessionari, con l’intento di raggiungere la soglia degli 80 entro la fine del 2024.

Il modello che segnerà l’esordio di Chery in Italia sarà appunto la Omoda 5, un crossover di dimensioni pari a 440 cm. L’auto ha superato positivamente i crash-test Euro NCAP, ricevendo una valutazione di 5 stelle. Dal punto di vista meccanico, la Omoda 5 verrà proposta con motorizzazioni turbo benzina: un’unità da 1.5 con 156 CV accoppiata a un cambio CVT e una 1.6 da 197 CV con cambio a doppia frizione a 7 rapporti. Al momento non siano previste versioni a GPL, ma è possibile l’introduzione di una versione ibrida.

Chery Omoda 5
Image: Omoda Chery

Arriverà anche una versione elettrica, la Omoda 5 EV,  che di differenza a livello di esterni soprattutto nel frontale non avendo la griglia del radiatore. Per quanto riguarda la sua massa, l’auto presenta un peso a vuoto di 1.710 kg. Dal punto di vista meccanico, la vettura è equipaggiata con un motore posizionato all’avantreno, capace di erogare 204 CV di potenza e una coppia massima di 340 Nm. Tali caratteristiche consentono all’Omoda 5 EV di accelerare da 0 a 100 km/h in un tempo di 7″ 8.

Leggi anche:  Nio ora include anche Chery e JAC per uno swapping battery condiviso

In termini di autonomia, la vettura verrà proposta con due differenti capacità di batteria. La prima versione, dotata di una batteria da 41 kWh, assicura un’autonomia di circa 300 km, mentre il modello con batteria da 62 kWh promette di raggiungere i 450 km di percorrenza con una singola carica.

Per quanto riguarda il listino prezzi, non vi siano ancora comunicazioni ufficiali, ma è probabile che si parta un prezzo inferiore ai 30.000 euro.

Chery Omoda 5
Image: Omoda Chery

Successivamente al debutto della Omoda 5 ed alla Omoda 5 EV, dovrebbe arrivare la Jaecoo 7, un SUV dalle dimensioni generose (450 cm) e dotato di maniglie a scomparsa. Le specifiche tecniche preliminari parlano di un propulsore 1.6 turbo benzina con potenza attorno ai 200 CV e della futura introduzione di una variante plug-in.

Jaecoo 7
Image: Jaecoo

Per Omoda e Jaecoo, si parla di 5 modelli differenti nel corso dei prossimi due anni per il mercato italiano, con proposte che spazieranno tra diverse dimensioni e motorizzazioni, inclusa quella elettrica.

 

Fonte: Comunicato Stampa

Claudio Ferrari

Blogger da sempre appassionato di aeronautica e automobili, sono affascinato dalla continua evoluzione della tecnologia. Mi piace viaggiare, ovviamente in aereo, conoscere nuove culture e fare nuove esperienze.