Home » Omoda 7, a Pechino il nuovo SUV plug-in per l’Europa
Omoda 7

Omoda 7, a Pechino il nuovo SUV plug-in per l’Europa

Omoda 7 è il secondo modello del nuovo marchio di Chery, un SUV plug-in hybrid con 95 km di autonomia in elettrico e interni da gamer

La Omoda 5 è appena arrivata in Italia, ma al Salone di Pechino Chery presenta il suo secondo modello della gamma europea, la Omoda 7.

Un SUV coupé di dimensioni più grandi, sempre dal design moderno e giovanile e con propulsioni sia plug-in hybrid che solo termiche, e che punta come sempre a tecnologia e buon rapporto qualità-prezzo.

Design “elettrico” per la Omoda 7

Omoda 7 ha un muso affilato, con una griglia parametrica senza cornice e fari larghi e squadrati che ricalcano gli angoli netti che si possono osservare in tutta la carrozzeria. Se si guarda da vicino l’avantreno, è possibile notare un motivo esagonale ripetuto che può illuminarsi, come parte del dettaglio di design “pixel digitale”.

Omoda 7
Image: Chery

La vettura ha ampi cerchi da 20 pollici con finitura bicolore, mentre i passaruota presentano un motivo distintivo. Sorprendentemente per un veicolo cinese, le maniglie delle portiere sono di tipo tradizionale, a tirante, anziché a scomparsa.

Di profilo il tetto ha uno stampo coupé ma non accentuato, mentre il design dei fari posteriori richiama delle saette, davvero molto originali. Questa parte, infatti, si chiama “design a energia elettrica”, e ricrea un fulmine. L’auto è lunga 4,6 metri, larga 1,8 e alta 1,6, e ha un passo di 2,7. Per fare un confronto, la Omoda 5 è lunga 4,4 metri: ciò significa che Omoda 7 punta ad auto come la Volvo XC40 o la compaesana WEY 03.

Omoda 7
Image: Chery

L’interno è il vero punto di forza della vettura, caratterizzato da elementi di design ispirati al mondo dei videogiochi. Il volante, ad esempio, pare sia ispirato al controller della PlayStation 5, facile da manovrare, “per massimizzare l’esperienza ludica”, mentre i sedili anteriori sono modellati sui sedili da gaming, i quali a loro volta nascono imitando quelli delle vetture. Dettagli come cuciture di pregio, pelle scamosciata e trapuntature contribuiscono a conferire un aspetto e una sensazione sportivi.

Leggi anche:  Aito M7, il nuovo SUV di lusso di Huawei da 1300 km di autonomia
Omoda 7
Image: Chery

Il touchscreen centrale da 15,6 pollici può essere fatto scorrere per essere posizionato proprio di fronte al passeggero, ha risoluzione 2,5 K e si può controllare anche con delle gesture preimpostate. 

Tra le altre caratteristiche interessanti ci sono i pod integrati per il profumo che diffondono la fragranza scelta nel sistema di climatizzazione e un sistema audio Sony con 12+2 altoparlanti.

Performance

Omoda 7 ha un motore a benzina quattro cilindri da 1.5TGDi, abbinato a un sistema ibrido plug-in. Chery afferma che il suo motore ha l’efficienza termica più elevata della sua categoria, pari al 44,5%, mentre il pacchetto batterie può fornire fino a 95 km di autonomia in modalità completamente elettrica. In modalità ibrida,  il consumo di carburante dichiarato è di 4,89 l/100 km, consentendo un’autonomia combinata di 1.200 km.

In futuro sarà disponibile anche una versione asolo termica, probabilmente con un motore a benzina quattro cilindri da 1.6 litri come nella Jaecoo J7. A differenza della Omoda 5, non sarà disponibile una versione completamente elettrica.

Robin Grant

Robin Grant aka Roberto Mazza è un blogger con la passione della scrittura. La sua carriera ha inizio come recensore automobilistico, dove ha affinato la sua capacità di analizzare veicoli in modo approfondito e appassionato. La sua straordinaria passione per i paesi nordici lo ha spinto a creare il sito www.noglen.eu, dove condivide la storia e la cultura affascinanti di queste regioni.